Da una ricerca realizzata nel mondo del vino da FleishmanHillard Italia , società di comunicazione con 80 uffici sparsi nel mondo, che prende in esame 25 Aziende Vitivinicole Italiane di medio grande struttura, si evidenzia una scarsa penetrazione sul mercato della vendita diretta on-line del Vino mentre l’utilizzo di strumenti digitali quali i Social Network e siti internet mobile-friendly si ritagliano uno spazio sempre più ampio.

D’altra parte il mondo del Vino sta recependo le necessità di comunicazione di una nuova schiera di “lovers” che si muovono ed interagiscono attraverso strumenti digitali e dispositivi mobili. Di Aprile 2015 infatti il dato Audiweb.it che certifica il sorpasso del numero di consultazioni da device mobili (oltre il 60% del traffico giornaliero totale)  a discapito di quelle effettuate da desktop (meno del 40% di traffico totale). Oltre alla connettività in movimento, c’è da segnalare una crescente necessità di stringere rapporti diretti con le Aziende Vitivinicole interagendo attraverso i diversi canali Social aperti proprio per colmare questo bisogno.

È proprio sui diversi strumenti Social che il mondo del Vino si sta muovendo  mediamente bene, i dati infatti riportano un’apertura importante verso questi canali di comunicazione, con una presenza in aumento sia su Facebook che su YouTube, evidenziando l’attenzione posta sui contenuti video; qualche passo avanti anche per i canali Twitter in aumento. Si affacciano inoltre i “nuovi” Social Instagram e Pinterest che per il mondo del Wine rappresentano degli strumenti di sicuro interesse e sviluppo futuro.

La gestione e l’aggiornamento per le 25 aziende analizzate è da ritenersi soddisfacente, con picchi di eccellenza in alcuni casi; mediamente su FACEBOOK il 70% delle aziende analizzate aggiorna settimanalmente (se non giornalmente) il proprio profilo, pubblicando post e contenuti. Più scarsa invece la pubblicazione di Video su YouTube, dove non tutte le aziende presenti hanno pubblicato un contenuto nell’ultimo mese. Per quanto riguarda invece Twitter, praticamente più del 60% delle aziende prese in esame con un canale attivo dialogano quotidianamente con i propri followers.

In sostanza possiamo affermare che le Aziende Vitivinicole nel 2015 hanno capito l’importanza di strutturare dei canali di comunicazione digitali quali i Social Network per intercettare un traffico di informazioni fondamentali per articolare le strategie di comunicazione verso un pubblico sempre più attento, informato e attivo.